Inpdap Piacenza

Sin dall'1 gennaio del 2012, l'Inpdap ha perso la sua autonomia, essendo stata inglobata dall'Inps, per effetto del cosiddetto "decreto salva-Italia", convertito nella legge n.214 del 27 dicembre 2011. Le sue risorse umane, finanziarie e strumentali sono, pertanto, trasferite in capo all'Inps, mentre l'sitituto può ancora continuare a godere della sua struttura e dei relativi immobili, necessari allo svolgimento delle funzioni per cui l'ente è nato, ossia per l'erogazione dei servizi previdenziali, attinenti le pensioni e l'assistenza in favore di dipendenti e pensionati del pubblico impiego.

Ad oggi, con i suoi 3.300.000 iscritti e 2.730.000 pensioni erogate, l'Inpdap ha rappresentato la seconda più grande cassa di previdenza in Italia, dopo l'Inps. Tuttavia, il concetto ampio di assistenza ha fatto sì che questo ente si occupi anche di altri servizi, che possono andare dal finanziamento delle vacanze studio per i figli degli iscritti alla concessione di prestiti personali e finalizzati, mutui edilizi compresi.

Si tratta di finanziamenti che spesso non richiedono nemmeno di una motivazione (personali), mentre in altri la presuppongono (finalizzati). Parliamo dei piccoli prestiti, dei prestiti pluriennali diretti, dei prestiti garantiti, della cessione del quinto e dei mutui.

Essi sono erogati o direttamente dall'istituto, che dispone per questo scopo di un fondo autonomo interno con determinate risorse, oppure tramite la stipulazione di convenzioni con banche e società finanziarie, grazie alle quali gli iscritti possono ottenere credito agevolato presso di esse.

Soltanto nel primo caso, tuttavia, la richiesta del prestito va presentata all'ufficio territoriale dell'Inpdap, che si trova nel capoluogo di provincia dell'ente per cui si lavora o si è lavorato.

A Piacenza, esso è sito in via Modonesi, 14 ed è aperto dalle ore 10.00 alle ore 12.00 di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 15.00 alle ore 17.00 di martedì e dalle ore 9.00 alle ore 17.00 di giovedì. Si può chiamare il numero 0523/575211 o inviare un fax al numero 0523/592172. Email: PCUrp@inpdap.it