Piccolo Prestito

Piccolo Prestito
Il piccolo prestito fa parte della categoria di prestiti personali non finalizzati, al pari della cessione del quinto e del prestito cambializzato.

I piccoli prestiti possono essere richiesti da tutti i lavori con un reddito fisso e con una certa stabilità economica, in grado di saldare le rate mensili.
La somma che i clienti possono richiedere per il piccolo prestito è indicata tra i 1.000 e i 60.000 euro e la cifra dipende dalle garanzie il soggetto riesce a portare all'Istituto di credito.

La somma richiesta può essere consegnata al richiedente con un assegno circolare o con un addebito sul conto corrente, attraverso un bonifico bancario.

Quando si stipula il contratto e si accettano i termini e le condizioni previste dal prestito, il cliente sceglie l’importo della rata mensile da pagare, in cui saranno compresi il prestito e i tassi di interesse, che solitamente sono fissi.

Il periodo necessario per l’estinzione del finanziamento richiesto dipende dall’ammontare della rata mensile e dalla somma richiesta: solitamente il piccolo prestito viene rimborsato in 60 mesi, cioè un tempo di 5 anni. La rata mensile sarà maggiorata dl pagamento di spese, come le spese di istruttoria: se si vogliono evitare queste ultime, si può ricorrere ad un piccolo prestito online.

Il rimborso del piccolo prestito può essere effettuato tramite RID, tramite la trattenuta sullo stipendio o tramite le cambiali, versate ogni mese alla scadenza prevista. In questo ultimo caso, si parla di prestito cambializzato, nome dovuto proprio al pagamento tramite cambiali a scadenza mensile.

Data l'esiguità della somma richiesta, è solitamente un prestito semplice da ottenere e veloce da accontentare, anche se dipende sempre dalle caratteristiche di ogni singolo richiedente.

Per poter valutare le condizioni migliori e più vantaggiose, si può richiedere un preventivo ai vari Istituti di credito, sia attraverso le singole filiali territoriali, sia attraverso i siti online ufficiali delle singole banche, che offrono la possibilità di richiedere preventivi gratuiti e senza obbligo di firma.

Ricordiamo che per i dipendenti pubblici e statali esiste il piccolo prestito Inpdap, che offre particolari agevolazioni e tassi di interessi minori.
Inoltre, i piccoli prestiti possono essere suddivisi anche in particolari categorie, con disposizioni presenti e previste anche all'interno delle singole banche. Un esempio sono i piccoli prestiti di cui si può usufruire per pagare le proprie vacanze o i propri studi, ma anche quelli utili all'acquisto di beni materiali, molto diffusi soprattutto tra le società di finanziamento.