Inpdap Vacanze Studio

Inpdap Vacanze Studio
Le vacanze studio sono una delle opzioni che l'Inpdap mette a disposizione per tutti i giovani dai 7 ai 17 anni, figli e orfani di iscritti e pensionati Inpdap.

I soggiorni sono di tipo estivo o di studio, con una durata di 15 giorni e con mete che possono trovarsi sia in Italia che all'estero.

La possibilità di iscrizione ai bandi è aperta anche ai disabili, che potrebbero contare su un'assistenza continua.

Le vacanze studio con Inpdap vengono stabilite tramite un bando apposito, suddiviso per due fasce di età. Ogni bando esce i primi giorni dell'anno e le famiglie dei partecipanti possono versare delle quote di partecipazione.

In Italia, le vacanze studio possono riguardare l'intero territorio, mentre all'estero si punta principalmente all'Europa, con la possibilità di seguire i vari corsi di lingue in Paesi come Svizzera, Germania, Austria, Francia, Irlanda, Spagna e Gran Bretagna. A ciascun partecipante sarà poi consegnato un attestato di partecipazione.

Per compilare e trasmettere le domande apposite, sarà necessario prendere alcuni accorgimenti:

Invio telematico, attraverso la procedura di domanda online
Compilazione della domanda cartacea, da scaricare nel sito web o ritirare presso le sedi territoriali Inpdap. Il modulo, con l’attestazione Isee (obbligatoria), deve essere presentato alla sede Inpdap della provincia in cui risiede il minore
Le domande vanno presentate alla scadenza stabilita nel bando.
La sezione può essere seguita online, cliccando su “Valore vacanza”, dove si può consultare l’esito del concorso ed avere le informazioni relative al soggiorno e al viaggio
Tutte le indicazioni che riguardano il viaggio e i corsi, verranno comunicate ai vincitori direttamente dagli operatori di viaggio

È importante tenere conto di specifiche regole che riguardano le vacanze studio con Inpdap:

È prevista una sola domanda per un solo tipo di beneficio
La vacanza Europa senior è per i ragazzi che non hanno ancora compiuto i 18 anni
Nelle graduatorie, hanno la precedenza i disabili, gli orfani, i minori appartenenti a nucleo familiare con genitore o fratello con handicap grave e appartenenti a famiglia con almeno 4 figli a carico
Per una vacanza all’estero serve il passaporto (convalidato con bollo annuale) o la carta d’identità valida per l’espatrio per chi ha compiuto 15 anni o il lasciapassare (carta bianca) rilasciato dal comune di residenza e vidimato dalla questura;
Gli operatori turistici che si occupano delle vacanze studio sono selezionati attraverso una gara pubblica e sono sottoposti al controllo di qualità da parte di un funzionario dell’istituto durante il soggiorno;
Il viaggio e il soggiorno sono coperti da assicurazione, secondo le vigenti normative.